Come gli smartphones hanno cambiato il marketing immobiliare

Smartphone
Sponsor

L’avvento dei cellulari di ultima generazione ha sparigliato le carte in tavola, nel settore del marketing immobiliare. In questo articolo, parleremo di come il real estate stia virando verso una concezione molto più “mobile-friendly” del modo di fare comunicazione, dando qualche consiglio su come migliorare la propria presenza “telefonica”.

Argomenti trattati:

In un Mondo in costante mutamento, quella degli smartphones è stata, forse, la rivoluzione tecnologica più importante degli ultimi 20 anni.

Nessun altro strumento, infatti, è stato in grado di permeare ogni aspetto della vita quotidiana di miliardi di persone, modificando abitudini, usi e costumi di popolazioni sparse in angolo del globo e provenienti dai più diversi background socio-culturali.

I telefoni cellulari di nuova generazione hanno disegnato un nuovo modo di interpretare il Mondo che ci circonda, il lavoro che facciamo e i nostri tradizionali metodi di ragionamento.

Nessun settore può dirsi immune dai cambiamenti radicali introdotti con la rivoluzione tecnologica dei telefoni intelligenti, nemmeno il marketing immobiliare!

Cambiando la tipologia di fruizione dei contenuti, la loro frequenza, i punti di contatto con il potenziale cliente, le strategie commerciali, l’immediatezza dei rapporti umani e così via, il marketing immobiliare si è dovuto adattare alle nascenti esigenze di un pubblico sempre più esigente e consapevole del mercato.

In questo scenario, occorre essere ben coscienti di cosa è cambiato dai vecchi metodi di marketing immobiliare, andando ad intervenire per rendere le proprie strategie più mobile-friendly.

COME ERAVAMO…

Fino a poco più di 20 anni fa, a livello comunicativo, nessun mezzo garantiva risultati eccellenti come la carta stampata.

Grande, tangibile, affascinante: il quotidiano (inteso come mezzo di comunicazione commerciale) dava prestigio e lustro all’annuncio, garantendo una grande diffusione del messaggio di vendita.

Certo, se paragonato con le tecniche odierne, i limiti della carta stampata sono evidenti (prima fra tutti l’impossibilità di tenere traccia del numero di lettori o dei potenziali clienti in target se non con stime il più delle volte poco attendibili e gonfiate ad arte).

Tuttavia, quando internet era agli albori e la diffusione dei computer non era così capillare, il giornale era sicuramente il mezzo numero uno per la pubblicità immobiliare.

Anche i volantini se la cavano bene, così come il telemarketing (quello fatto per telefono).

Insomma, non si può dire che mancassero i modi di farsi pubblicità!

… COME SIAMO OGGI

Oggi lo scenario è completamente mutato.

Una percentuale esorbitante di persone utilizza lo smartphone come principale mezzo di informazione, anche immobiliare.

Il sorpasso ai danni dei computer è stato rapido ed inesorabile, così come quello perpetrato nei confronti della televisione, delle radio, dei quotidiani e di qualsiasi altro veicolo di comunicazione.

Non solo: l’avvento degli smartphone è stato un fenomeno estremamente pervasivo.

Si può dire che in Italia quasi tutti, salvo rarissime eccezioni, possiedano un telefonino in grado di navigare su internet, facendo assumere alla rivoluzione un carattere di globalità mai visto prima.

IL MARKETING NELL’ERA SMARTPHONE

I telefonini di nuova generazione sono estremamente potenti, in termini di marketing.

Innanzitutto, sono strumenti personali: l’87% delle persone tengono i loro telefoni vicino per tutto l’arco della giornata, in ogni situazione possibile, persino nei 15 minuti successivi al risveglio.

La capillarità e la onnipresenza degli smartphone è talmente elevata, da diventare un pericolo da arginare con leggi apposite (come quella sull’uso del cellulare alla guida).

Grazie al telefono, siamo raggiungibili ovunque e in qualsiasi momento.

I telefonini permettono una profilazione pressoché perfetta dei gusti, dei metodi di consumo e delle personalità di ognuno.

Mai nessun mezzo di comunicazione ha avuto tali capacità di analisi.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la tecnologia sempre più sofisticata: con il telefono possiamo fare di tutto, riducendo allo 0 il tempo che corre dalla decisione d’acquisto al pagamento (e chi si intende di marketing sa quanto questo sia importante).

Insomma, gli smartphone sono uno strumento da tenere in assoluta considerazione quando si fa marketing immobiliare.

COME INSERIRE IL “FATTORE SMARTPHONE” NELLA STRATEGIA DI MARKETING IMMOBILIARE

Come abbiamo visto, oggi pensare di affrontare il marketing immobiliare senza considerare gli smartphone è molto controproducente.

Ma come sfruttare al massimo il potere degli smartphone?

Partiamo dalla comunicazione.

La maggioranza delle connessioni sono di breve durata, per questo i contenuti comunicativi da preparare devono tener conto di brevità e incisività.

Alternare video brevi a contenuti scritti un po’ più sostanziosi è una strategia di sicuro effetto.

La grafica va curata al massimo: nello scrolling (la classica discesa nelle bacheche e nelle pagine del sito) solo i contenuti più appariscenti sono notati, quindi l’occhio deve essere catturato da grafiche accattivanti e impattanti.

I Social sono i canali comunicativi per eccellenza, quando parliamo di telefonino.

Curare ogni aspetto dei Social è quindi fondamentale, così come essere sempre multicanale: non tutti utilizzano gli stessi Social, quindi è opportuno avere almeno due profili divisi in due piattaforme diverse, in target con i clienti.

Gli smartphone sono una fonte inesauribile di dati, quindi è opportuno costruire i contenuti sulla base delle informazioni sui trend di ricerca che i colossi del web ci mettono a disposizione.

Gli stessi contenuti, poi, dovranno essere disegnati per essere visualizzati in modalità responsive, ovvero essere adattati al formato dello schermo del cellulare.

Questo è molto importante per i siti web.

CONCLUSIONI

È indubbio che i telefonini siano un’arma incredibile a disposizione delle imprese per raggiungere ovunque e in qualsiasi momento i potenziali clienti con la loro comunicazione.

Per quanto riguarda il marketing immobiliare, ormai la quasi totalità degli annunci viene visualizzata da mobile: per questo occorre curare in primis i social e poi la valorizzazione della casa per mezzo di strumenti in grado di migliorare l’esperienza utente da cellulare.

Foto, virtual tour, testi, tutto deve essere pensato in ottica mobile-friendly, facendo prevalere l’incisività e la brevità.

Noi di Creo Group sappiamo quanto sia importante strutturare dei contenuti capaci di esprimersi al meglio nei punti di contatto con il cliente.

Se anche tu hai capito l’importanza di questo approccio strategico, allora clicca qui e scopri tutti i vantaggi del nostro WFC!

close

Iscriviti per non perdere nessun aggiornamento sul mondo immobiliare digitale, ti invieremo alcune mail personalizzate.

2 Comments
aldo ciaffi

molto interessante

Grazie Aldo, ci fa piacere che leggi sempre con gusto i nostri articoli.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono segnati con *

Ti può interessare anche...

Creo Group Assistenza

Il nostro supporto risponde via chat. Lascia il tuo messaggio e in pochi minuti rispondiamo alle tue domande.

Area Legale

Creo Group s.r.l.s. | Piazza Gondar 22, 00199 Roma | P.I. 15769611003 | Rea RM - 1612791

©2020 Creo Group Srls. Tutti i diritti riservati