Virtual Tour Formula Creo

I 4 passi del Virtual Tour perfetto

Come realizzare un Virtual Tour per sbalordire i potenziali clienti e spianare la strada alla vendita!

Argomenti trattati:

Il Virtual Tour è lo strumento di valorizzazione dell’immobile che probabilmente sta avendo il più alto tasso di crescita tra gli agenti immobiliari in questi ultimi anni.

Complice la pandemia, e le relative difficoltà di movimento, stiamo assistendo ad un vero e proprio boom del suo utilizzo.

In effetti, quasi nessun altro strumento ci dà la possibilità di catturare con così tanta precisione la vera essenza della casa, i suoi punti forti e, perché no, anche quelli deboli, dando ai potenziali clienti un’idea realistica del quadro completo.

Inoltre, è inutile girarci intorno, il Virtual Tour fa risparmiare tonnellate di tempo a tutti: sia ai clienti, che hanno la possibilità di visionare la casa quando e dove vogliono, sia agli agenti stessi, che si semplificano terribilmente il lavoro evitando spostamenti, appuntamenti infruttuosi e, soprattutto, spiegazioni ripetute all’infinito.

Ci guadagnano tutti, insomma, soprattutto i consulenti che possono risparmiare 2000€ grazie a soli 4 Virtual Tour, come spieghiamo in questo articolo!

Tuttavia, i Virtual Tour presentano un enorme contro: se vengono realizzati in maniera amatoriale, squalificano irrimediabilmente la casa e si rivelano un boomerang pericoloso per l’immagine del venditore.

Una volta perso valore agli occhi dei potenziali clienti, si entra in una spirale da cui è complicato uscire.

Ecco perché, se si decide di utilizzare un Virtual Tour, è di fondamentale importanza dotarsi delle tecniche e degli strumenti più avanzati, senza affidarsi a principianti o a soluzioni low budget.

In questo articolo illustreremo i 4 passi da effettuare se si vuole realizzare un Virtual Tour in grado di valorizzare al massimo l’immobile, spianando la strada verso la vendita.

PASSO 1: LA TECNOLOGIA

Non c’è dubbio:

il Virtual Tour perfetto è un connubio tra tecnologia e tecnica.

Sul versante tecnologico, la qualità degli strumenti che si adottano fa la differenza tra un prodotto mediocre e una macchina sforna-soldi.

Il top assoluto, tra gli strumenti, è senza ombra di dubbio il Matterport.

Due telecamere 3D con 60° di profondità, altissima risoluzione, incredibile capacità di adattamento a qualsiasi spazio, batterie di lunga durata, una piattaforma web di facile utilizzo…Questo bestione non ha punti deboli!

Se si vuole realizzare un Virtual Tour coi fiocchi, il Matterport è un must.

PASSO 2: TECNICA

Il Matterport, per quanto sofisticato, non può fare nulla da solo senza un operatore a manovrarlo.

In fase di fotografia, è importante che chi realizza il servizio tenga in giusta considerazione un ampio numero di fattori: luce, spazi, arredamento, fissità della camera…

In particolare, dato che il Matterport funziona catturando una nuvola di punti e collegandoli fra loro, bisogna essere molto precisi nei movimenti e nelle inquadrature per evitare deformità di muri, porte e arredi.

PASSO 3: POST-PRODUZIONE

Dopo il servizio, è ora di sedersi al computer, scaricare le immagini e lavorare le piccole imperfezioni.

La fase della post-produzione è fondamentale in quanto la resa del Matterport, seppur molto realistica e dettagliata, necessita ancora di qualche rifinitura per apparire al massimo della professionalità.

Dopo la lavorazione, il Virtual Tour è pronto per diventare una perfetta visita professionale, rimane solo da fare un ultimo passo.

PASSO 4: GUIDARE IL TOUR

Una fase spesso trascurata e sottovalutata. Purtroppo, aggiungiamo.

Il Virtual Tour è uno strumento che esprime il suo massimo potenziale quando l’agente illustra ogni ambiente ai visitatori, sottolineando tutti i pregi dell’immobile e scartando tutte le immancabili obiezioni.

L’ottica è quella di considerare il Virtual Tour come una vera e propria visita guidata digitale all’interno della casa, durante la quale applicare tutto il bagaglio di esperienze e tecniche di vendita che sicuramente hai acquisito negli anni.

Certo, manca tutta la parte del linguaggio del corpo e delle espressioni, ma si ha l’enorme vantaggio di consentire al cliente di visitare l’immobile quante volte vuole, al di là delle semplici foto, così che possa memorizzare al meglio ogni minimo centimetro.

CONLCUSIONE

Insomma, il Virtual Tour è uno strumento di vendita formidabile, ma non da sottovalutare: un approccio amatoriale potrebbe ritorcersi contro il malcapitato agente, causando un irreparabile perdita di autorevolezza e immagine.

I Virtual Tour Formula Creo nascono proprio per allontanare questa eventualità e offrire un prodotto eccezionale ai nostri clienti, un prodotto che sbalordisca i potenziali visitatori e faccia percepire l’agente come superiore rispetto ai concorrenti.   

Se vuoi approfondire i vantaggi dei Virtual Tour Formula Creo, clicca qui!

Ti può interessare anche...